Menu
Europa

Croazia on the road: itinerario di 13 giorni

Croazia on the road

Ultimamente la Croazia sta ricevendo l’attenzione che merita grazie all’ottima sponsorizzazione turistica e alla vasta offerta, e si presta perfettamente per un on the road! Acque cristalline, splendidi parchi Nazionali e cittadine affascinanti sono ciò che caratterizza questo splendido Paese che merita di essere esplorato da Nord a Sud. In questo articolo troverete cosa non perdersi in 13 giorni on the road

ATTENZIONE

A partire dal 1 Gennaio 2023 la Croazia ha ufficialmente adottato l'euro come moneta. Il tasso di conversione è stato fissato a
1 EUR= HRK 7,53450, quindi tutti i prezzi espressi in kune nell'articolo dovranno tenere conto del cambio. Inoltre, i prezzi da noi riportati, sia in euro che in kune, potrebbero essere diversi rispetto all'estate 2022.

Giorno 1: Italia-Pola

Il nostro on the road della Croazia, che è partito dall’Italia, ha avuto come prima tappa croata Pola. Situata all’estremo sud della penisola Istriana questa splendida cittadina custodisce importanti testimonianze di epoca romana come il suo monumento più famoso: l’Anfiteatro romano del I d.C. Perfettamente conservato domina il centro storico e merita di essere visitato! Sbucare dalla strada e trovarsi davanti un colosso simile è un’emozione indescrivibile. 

Pola croazia on the road

Costo biglietto

intero 50 HRK, ridotto 25 HRK.

Altre due siti d’interesse imperdibili sono: l’Arco dei Sergi e il Tempio di Augusto. Quest’ultimo faceva parte degli edifici pubblici che un tempo occupavano l’antico foro romano di cui oggi è l’unico edificio sopravvissuto. Oggi ospita un piccolo museo archeologico. 

Pola Croazia on the road

il tempio di Augusto

Costo biglietto

intero 10 HRK, ridotto 5 HRK.

Nascosto in una strada anonima e ad ingresso gratuito si trova un vero gioiello: un mosaico romano del III secolo. Il pannello centrale raffigura la punizione di Dirce, narrata nella mitologia greca. Non adeguatamente segnalato e conservato merita di essere scoperto. Per raggiungerlo impostate sul navigatore Ul. Serjiievaca 18, svoltate a sinistra per addentrarvi in una via a fondo chiuso.

mosaico romano Pola

pavimento a mosaico romano: la punizione di Dirce

Giorno 2: Parco Nazionale dei Laghi Plitviče

La seconda tappa del nostro on the road in Croazia sono stati i magnifici Laghi di Plitviče. Ad essere così rinomate in realtà solo le sue splendide cascate che collegano ben 16 laghi di natura carsica che rendono il paesaggio davvero spettacolare. Sentieri e passerelle di legno attraversano i 33.000 ettari di questo patrimonio UNESCO tra acque turchesi, fiumi e porzioni boschive.

laghi di Plitvice Croazia on the road

 In ogni stagione da il meglio di sè: in primavera le cascate sono gonfie d’acqua, in estate, la stagione in cui vi è più flusso turistico, la portata dell’acqua è inferiore ma le colline sono verdissime, in autunno si assiste ad un folige tra i più belli d’Europa, e inverno si trasforma in uno scenario  che sembra uscito dai libri delle Cronache di Narnia! Si può scegliere tra 4 percorsi di diversa durata, tra le 2-8 ore. Acquistate il biglietto online su sito ufficiale dei Laghi Plitvice

Laghi di Plitvice
Laghi di Plitvice

Costo biglietto

Acquistate il biglietto online al costo di 300 HRK intero e 200 HRK ridotto studenti.

I nostri consigli

Acquistate il biglietto almeno qualche giorno prima (meglio ancora settimane prima) per garantirvi l'accesso al Parco. Vi consigliamo di acquistarlo per l'ingresso 1, così da evitare la salita. Se potete prenotate l'ingresso tra le 7:00 e le 8:00 per evitare la folla e riuscire a camminare agevolmente sulle passerelle almeno per una parte del percorso che sceglierete.

Dove pernottare nei pressi dei Laghi di Plitvice

Noi abbiamo quasi sempre pernottato in appartamenti così da avere anche la cucina. Vi consiglieremo strutture vicine alle principali attrazioni e con un buon rapporto qualità/prezzo. Prima di prenotare assicuratevi che la strutture accettino il pagamento tramite carta e abbiano un parcheggio gratuito. Detto ciò noi vi suggeriamo di dormire presso “Green Lakes House”, al mattino avrete un abbondante colazione (inclusa) e sarete pronti a esplorare i Laghi di Plitviče.

Giorno 3: sorgente Cetina - Dubrovnik

Questa sorgente è davvero una meraviglia naturale. Una delle fonti del fiume Cetina, il più lungo della Dalmazia, appare come un buco che si addentra nelle viscere della terra per una profondità ancora sconosciuta: i subacquei sono infatti riusciti ad esplorare solo 115 mt. L’unico modo per poter ammirare la sua spettacolare conformazione e i suoi colori è dall’alto!

Cetina occhio della terra croazia on the road
Cetina croazia on the road

Nel caso foste sprovvisti di un drone la si può sempre ammirare da un piccolo balcone subito accanto al parcheggio gratuito, oppure arrampicandosi sulla collina opposta. Uno splendore da lasciare a bocca aperta chiunque la veda.

Nota bene

La temperatura dell'acqua oscilla tra i 4 e gli 8 gradi, per quanto la limpidezza la renda invitante siate prudenti se decidete di tuffarvi.

Subito dopo aver visitato questa località ci siamo rimessi in macchina per 4 ore per raggiungere Dubrovnik.

Dove pernottare nei pressi della sorgente Cetina

Se volete godervi questa meraviglia della natura al mattino presto dormite a “Apartments Cvitini Garjak” uno dei pochi appartamenti della zona.

Giorno 4: Dubrovnik

Questa è la città che più abbiamo amato del nostro on the road della Croazia! Con il suo centro storico perfettamente conservato, il mare cristallino e la sua architettura ci ha rapiti. Resa famosa in seguito alla sere tv “Il trono di spade”, non fatichiamo a capire perché sia stata scelta come set.

Croazia on the road Mura di Dubrovnik

Dubrovnik vista dal camminamento sulle mura

 La prima cosa che vi consigliamo di fare è la camminata sulle mura per ammirare ogni dettaglio di questa magica città dai tetti rossi. Il giro dura circa 2 ore, ma potete fare con calma consumando in un dei tanti bar sul camminamento.

Croazia on the road stradun

Costo biglietto

250 HRK intero, 100 HRK studenti e possessori della EYCA (European Youth Card)

aspettate l’orario del tramonto per ammirare la città dal suo punto panoramico più bello: il Monte Sergio (Srd)

Si può raggiungere in 3 modi:

  • A piedi, tramite un percorso in salita di 1h
  • in macchina (parcheggio gratuito ma strada difficoltosa)
  • con la funivia al costo di 200 HRK A/R

monte Sergio Dubrovnik

Dove pernottare a Dubrovnik

Soggiornate in pieno centro, nella via pincipale presso “Studio Apartments Stradun” se avete intenzione di godervi la vitalità e la vita notturna di questa città. L’appartamento è insonorizzato ma per chi soffre di sonno leggero non è consigliato.

Dove parcheggiare a Dubrovnik

Parcheggiare a Dubrovnik è stata la cosa più difficile del nostro on the road della Croazia. I pochi parcheggi pubblici disponibili spesso sono molo costosi (75 HRK/h) e i parcheggi privati possono chiedere anche 240€ per due giorni. Il nostro consiglio, valido anche per le altre città, è di scaricare l’app Bmove. Con questa potrete trovare i parcheggi più adatti a voi e pagare direttamente col vostro smartphone.

Giorno 5: Dubrovnik- Split

La mattina del secondo giorno a Dubrovnik visitate il Forte Lovrijenac, la fortezza rossa ne il trono di spade!

 forte Lovrijenac Dubrovnik

Subito dopo la visita siamo partiti alla volta di Split, a circa 3 ore di distanza.

Giorno 6: Split

Il cuore pulsante di questa città piena di vita è il Palazzo di Diocleziano, eretto per volontà dell’Imperatore romano, oggi  patrimonio UNESCO. Vi consigliamo la visita che comprende: Cattedrale di San Doimo con salita sul campanile, cripta, tesoro e Tempio di Giove.

Split croazia on the road

Costo biglietto

biglietto cumulativo: 80 HRK intero, 40 HRK ridotto studenti

Dove pernottare a Split

A Split abbiamo optato per un appartamento “Studio Rustica & Moderna” a 5 minuti dal centro ma allo stesso tempo in una zona tranquilla. Qui troverete ogni genere di comfort compresa una lavatrice e due bicilette messe a disposizione per voi.

Giorno 7: Split- Brač

Al mattino presto ci siamo recati al Palazzo di Diocleziano per godercelo senza la folla di turisti  e scattare qualche bella foto al simbolo di questa città. Subito dopo ci siamo imbarcati con la macchina sul primo traghetto di una serie che ci porterà ad esplorare le isole della Croazia. Destinazione isola di Brač, porto di Supetar, durata della traversata: 1h. Una volta lì abbiamo guidato fino  a raggiungere la città di Bol, dove abbiamo fatto il check-in vicino alla spiaggia che ci interessava visitare: Zlatni Rat.

Croazia on the road Isola di Brac

 

Abbiamo trascorso il resto del pomeriggio a camminare per le vie di Bol, colorato paesino con le sue case costruite con la caratteristica pietra di Brač, bianchissima e simile al marmo. A cena consigliata la sosta nel miglior ristorante della località: “Pumparela”. Assaggiate il risotto al nero di seppia tipico, non ve ne pentirete!

Dove dormire a Bol

A Bol abbiamo pernottato all’ “Apartments Jagoda”, una struttura semplice ma con il parcheggio gratuito. L’ unica nota dolente è che il proprietario vuole il pagamento in contanti (prelevate presso gli sportelli PBZ così da avere un tasso di cambio onesto e l’addebito in Kune e non in euro)

Giorno 8: Bol (isola di Brač) - Split- Hvar

Ci siamo svegliati all’alba per l’unica ragione che ci ha spinto a visitare questa splendida isola: la spiaggia di Zlatni Rat. Una lingua di ciottoli e ghiaia che si estende per 500 mt e si protende nell’Adriatico. Una delle spiagge più belle del mondo, vogliamo dire, date un’occhiata alla sua forma unica!

Croazia on the road spiaggia zlatni rat

La sua punta cambia forma in base ai venti e alle correnti, e l’unico punto di vista che le rende giustizia è dall’alto. L’acqua ha mille sfumature, e il nostro consiglio è di godervela prima che la massa di turisti la invada dalle 09:00 in poi.

Costo parcheggio

a partire dalle ore 08:00 fino alle 20:00 il costo del parcheggio è di 100 HRK giornaliere e 20 HRK/H.

 

Dopo esserci rilassati un pò in spiaggia ci siamo rimbarcati dal porto di Supetar per raggiungere l’isola di Hvar.

Giorno 9: Hvar

La nostra base per quest’isola è stata Hvar City, da dove partono tutte le escursioni in barca. Ci siamo affidati a You Know! per esplorare in barca a vela l’arcipelago di isole più belle della zona: le isole Pakleni. Abbiamo sostato a Palmizana e mangiato ottimo pesce nel ristorantino “Bacchus Palmizana”.

Croazia on the road isole Pakleni

 

Info barca a vela

La navigazione dura 6 ore con partenza alle 10:00 dal porto di Hvar. Costo 66 € a persona. Pasto non incluso. Consigliamo di portare con voi il pranzo al sacco.

Dove pernottare a Hvar City

Gli alloggi a Hvar City sono molto costosi e i più economici vengono prenotati con mesi di anticipo e di solito si trovano nella zona collinare. Noi abbiamo scelto l”‘Apartments Nikola Stipisic”, economico e con parcheggio gratuito. Le note dolenti sono: pagamento in contanti e numerosi scalini per raggiungere il centro.

Giorno 10: Hvar

Il secondo giorno su quest’isola avremmo dovuto visitare le famose blue cave e green cave, ma a causa della malattia di 3 skipper è saltato tutto. Abbiamo sentito parlare bene di questo tour però, ci sentiamo quindi di consigliarvelo. per maggiore informazioni cliccate qui.  Abbiamo quindi esplorato le viuzze di questa città dall’impronta veneziana come la Loggia, l’Arsenale e  le facciate dei palazzi nobiliari.

Croazia on the road Hvar

 

 Ci siamo poi goduti il tramonto dal suo punto panoramico più bello: la Fortezza di Hvar. Ci si arriva sia in macchina, con parcheggio gratuito, che a piedi, con una faticosa salita di mezz’ora. La sera abbiamo cenato al “mediterreaneo dine&wine”, il primo ristorante dell’isola a conduzione familiare.

Croazia on the roa fortezza Hvar

Costo biglietto

Il biglietto 70 HRK, è possibile anche acquistare un biglietto cumulativo che comprende la fortezza, il teatro, la torre, e l'arsenale per 100 HRK.

Giorno 11: Hvar

In mattinata abbiamo percorso la strada a piedi per raggiungere la spiaggia di Pokonji Doll, molto piccola e affollata ma carina. Parcheggio gratuito. In alternativa consigliamo la spiaggia di Mekicevica. Per cena ci siamo spostati a Stari Grad, cittadina molto meno caotica di Hvar city, meglio tenuta e davvero colorata! Vi consigliamo infatti di sceglierla come base per la vostra esplorazione dell’isola, anche per i costi inferiori. Consigliamo il ristorante “Antika”.

starigrad
Starigrad Hvar

Giorno 12: Hvar- Split- Zadar- Dugi Otok

La mattina del nostro dodicesimo giorno di questo on the road della Croazia abbiamo lasciato l’isola di Hvar, rimbarcandoci per Split. Da qui abbiamo guidato fino a Zadar, per poi imbarcarci di nuovo in direzione Brbinj, Dugi Otok. Prima di ripartire abbiamo girato un po’ il centro storico di questa città, trovandolo piuttosto anonimo, fatta eccezione per la splendido portale di ingresso veneziano, la porta di Terraferma.

Croazia on the road Porta Zara

 Se avete tempo fermatevi ad ascoltare il rumore del mare sedendovi sui gradini del famoso organo marino: le onde vi si infrangono azionando 35 canne d’organo di diversa inclinazione che producono tantissimi suoni diversi!

Giorno 13: Dugi Otok

La mattina siamo andati a rilassarci sulla spiaggia più bella dell’isola: Veli Zal. Mare da sogno e ciottoli abbastanza comodi. Nei paraggi c’è un chiosco, ma vi consigliamo di attrezzarvi con un pranzo al sacco data la poca scelta del menu e i prezzi. Dugi Otok, l’isola lunga, è meno turistica di Hvar e più selvaggia, piena di bellezze da scoprire.

Croazia on the road spiaggia veli zal

 Nel pomeriggio vi consigliamo di spostarvi verso un’altra spiaggia davvero spettacolare: Sakarun beach. Una delle pochissime spiagge di sabbia bianca di tutto il Paese. Per chiudere la giornata non potete perdervi il Parco naturale di Telašćica, che custodisce uno dei pochi laghi salati d’Europa, davvero spettacolare! Sfortunatamente noi non siamo riusciti a visitarlo a causa del maltempo. Si può esplorare in kayak, bici e barca.

Costo biglietto

ingresso 50 HRK.

Dove pernottare a Dugi Otok

Essendo l’isola più selvaggia le opzioni per dormire non sono numerose come a Hvar. Il nostro consiglio è quello di prenotare presso l’“Apartment and rooms Roko”. Un alloggio tranquillo affacciato sul porticciolo del paesino. Trattandosi anche di un ristorante risolverete il problema della cena gustando ottimo pesce fresco in uno dei migliori dell’isola.

Giorno 14: Dugi Otok- Zadar- Italia

Una delle bellezze più spettacolari del nostro on the road della Croazia è stata una piscina naturale chiamata Dragon eye’s sea cave. Vale la pena svegliarsi all’alba per occuparla e fare una foto dall’alto, prima che inizino ad arrivare i primi turisti in kayak alle 9:00. 

Un’altra bellezza naturale di quest’isola è la grotta di Strasna Pec. Un po’ difficile da raggiungere a causa della strada dissestata,  ma spettacolare.

dugi otok croazia on the road

Costo biglietto

ingresso 40 HRK adulti, 20 HRK bambini.

Questo on the road della Croazia da Nord a Sud è stato davvero faticoso, ma ne è valsa la pena! Se è la prima volta che visitate la Croazia questo itinerario vi darà un’idea di tutto quello che si può trovare in questo splendido Paese. Speriamo che le info pratiche di questo articolo vi aiutino a risparmiare tempo e soldi. Vi promettiamo che la Croazia vi stupirà con le sue meraviglie naturali uniche al mondo!

Buon viaggio,

Elena&Jacopo

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.